Alto Adige- Sud Tirol: non solo mele..

ITINERARIO: CASTEL TIROLO, TOURISEUM

Natura, storia e divertimento: in questo itinerario scopriremo alcune delle bellezze dell’Alto Adige.
Merano situata nella Provincia Autonoma di Bolzano in Trentino Alto- Adige è circondata dalle montagne e dislocata all’inizio di quattro importanti vallate: la Val Venosta, la Val Passiria, la Val d’Adige e la Val D’Ultimo.
La città, grazie al clima mite e alla presenza di stabilimenti termali, è molto conosciuta dal turismo della terza età ma, da un paio d’anni, si registra un’inversione di tendenza dovuta all’ampliamento delle proposte turistiche con itinerari naturalistico- culturali in grado d’attirare un pubblico più amplio.
Per arrivare a Castel Tirolo, il più importante insediamento fortificato della zona, si possono percorrere diversi sentieri naturalistici che compongono un itinerario circolare. La visita a piedi è consigliata per ammirare meglio il paesaggio e per la mancanza di parcheggi, ma per tutti coloro che desiderassero arrivare direttamente al Castello è attivo un’efficiente servizio di bus- navetta che parte dalla stazione di Merano. L’itinerario circolare inizia seguendo la Roggia di Lagundo (Waalweg).
Il sentiero si inoltra nel bosco seguendo lo scorrere della roggia e conduce al Castello di Thurnstein rinomato hotel- ristorante. Questo castello venne menzionato per la prima volta nel 1276 e ampliato nei secoli; dopo lunghe vicende e continui passaggi di proprietà venne acquistato dalla Famiglia Von Egen i cui discendenti tutt’oggi gestiscono il ristorante. Per maggiori informazioni: thurnstein.it

Proseguendo lungo la strada che si snoda sulla destra di Castel Thurnstein inizierà il piacevole “Sentiero della Cultura” che vi condurrà tra frutteti e vigneti al borgo di San Pietro, famoso per la sua chiesa in stile romanico. Da San Pietro seguendo la strada panoramica che domina la conca di Merano arriverete a Castel Tirolo. Il maniero fu costruito nel 1138 dai Conti di Tirolo in posizione strategica per dominare non solo Merano ma anche la Val Venosta e la Val D’Adige. I conti di Tirolo furono la casata più potente di tutta la Regione e la struttura del Castello è degna della loro fama: a nord è costituita da un mastio difensivo affiancato dall’edificio residenziale, a sud dal palazzo di rappresentanza e ad est dalla cappella gentilizia. Nel 1816 divenne proprietà della civica amministrazione di Merano che lo donò a Francesco I d’Austria, il quale, a sua volta, lo cedette allo Stato italiano. Oggi il castello è di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano che lo ha adibito a museo. La visita al castello costa 7 euro. Per maggiori informazioni: www.schlosstirol.it .Per tutti gli appassionai di rapaci è possibile visitare nei pressi di Castel Tirolo il Centro di recupero Avifauna. Pagando 8 euro  d’ingresso sarà possibile ammirare gli ospiti del centro e seguire alle ore 11.15 e 15.15 dimostrazioni di volo con splendidi esemplari di gufo reale. Per maggiori informazioni: www.gufyland.com

Dopo la visita a Castel Tirolo si prosegue la passeggiata panoramica tra i frutteti fino ad un centro abitato ricco di hotel e ristoranti dove il visitatore può riposarsi e godere dell’ottima cucina locale. Per gli intrepidi viaggiatori senza sosta l’itinerario continua con i cartelli segnaletici che portano a Castel Fontana (Brunnenburg) sede del Museo agricolo. Questo castello venne continuamente distrutto e ricostruito, nel 1958 divenne la residenza del famoso poeta americano Ezra Pound che vi risiedette fino alla morte avvenuta nel 1972. Dal 1974 è sede del Museo agricolo e si compone di ampie sezioni dedicate a etnologia, etnografia e arte popolare. Il castello apre a Pasqua e Ognissanti dalle ore 10 alle ore 17, il prezzo d’entrata al museo è di 3 euro.

Dal Castello di Brunnenburg attraverso una passeggiata nel bosco si ridiscende verso la strada principale che conclude questo itinerario ad anello. In prossimità del parcheggio altro punto d’interesse è la passeggiata di Tappeiner. Un sentiero di 4 km che costeggia Monte Merano offrendo una combinazione di vegetazione alpina e mediterranea. Il percorso inizia dalla Chiesa parrocchiale di Merano e termina nel quartiere di Quarazze; venne ideato dal medico, botanico e antropologo Dr. Franz Tappeiner.
Merano riserva altre sorprese con la visita al Castello di Trauttmansdorff e il suo giardino botanico. Le prime fonti inerenti alla storia del castello risalgono al 1327, nel 1870 venne scelto dalla Principessa Sissi come sede del suo soggiorno invernale. Proprio a seguito delle visite della Principessa, Merano acquisì la fama di località termale. Nel 1939 , durante la seconda guerra mondiale, venne occupato dalle truppe tedesche ed utilizzato come magazzino, alla fine del conflitto iniziò la sua decadenza.
Oggi il castello è sede del Touriseum: inaugurato nel 2003 è il primo museo dedicato esclusivamente alla storia del turismo. Nel 2006 è stato nominato per L’European Museum Award. Nelle venti sale del Castello si approfondiscono storia, identità e prospettive del turismo nel Tirolo e nell’Alto Adige.
Particolarità del Museo è il suo enorme Flipper: 10 metri di divertimento realizzati da famosi artisti gardenesi permette di scoprire, giocando, il territorio dell’Alto Adige. Per non dimenticare Sissi in alcuni ambienti del museo sono esposti oggetti originali appartenuti alla Principessa e altre curiosità dell’epoca in cui visse. Vera attrazione del castello sono i suoi giardini: 12 ettari d’estensione, 80 ambienti botanici con piante provenienti da tutto il mondo, 4 aree tematiche. L’esplorazione del parco occupa dalle tre alle sei ore di tempo. Gli ambienti ricreano perfettamente le condizioni dei quattro continenti. Durante l’estate il giardino viene animato da concerti e rassegne enogastronomiche. Il parco è visitabile in ogni stagione accogliendo il visitatore con una scenografia mutevole e colorata, opera di una natura in continuo divenire in cui l’uomo non può far altro che ammirarne la bellezza. Il prezzo del biglietto è di 10.80 euro, comprende la visita al castello e ai giardini. Presso la biglietteria è inoltre possibile pagare anche il ticket del parcheggio.

Per maggiori informazioni:

www.trauttmansdorff.it

www.touriseum.it

 

Annunci

Posted by

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2018 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

Rispondi