Il “Sentiero Alto” fra storia e natura di Cogollo del Cengio

Viaggiatori oggi vi portiamo nel comune di Cogollo del Cengio in provincia di Vicenza (Veneto) per fare un itinerario immerso nella natura: il Sentiero Alto.

Travelers today we bring you in the municipality of Cogollo del Cengio in the province of Vicenza (Veneto- Italy) to make a route surrounded by nature: the Sentiero Alto.

immagine Google Earth
Situato all’imbocco della valle dell’Astico che conduce all’altopiano di Asiago, il percorso ciclo pedonale parte dall’abitato di Mosson e si inoltra fra vecchie contrade, prati verdi e boschi. Il sentiero parte dall’oratorio di San Gaetano nel centro di Mosson: nel 1665 la chiesetta era dedicata a Santa Cecilia e venne demolita per ordine di Gregorio Barbarigo, vescovo di Vicenza, nel 1676. Al suo posto, in quello stesso anno, venne costruito l’oratorio dedicato a San Gaetano che riporta lo stemma del Comune e la scritta “Comunitas Cogoli 1676”.

Located at the entrance of the Astico valley that leads to the plateau of Asiago, the pedestrian and cycle path leaves from Mosson and continues between the old districts, green meadows and woods.The trail starts from the oratory of San Gaetano in the center of Mosson: in 1665 the church was dedicated to St. Cecilia and was demolished by order of Gregory Barbarigo, bishop of Vicenza, in 1676. In its place, in that year, it was built the oratory of San Gaetano that brings emblem of the Municipality and the inscription “Comunitas Cogoli 1676”.

 

Seguendo i cartelli con la scritta “Sentiero Alto” si lascia l’abitato per procedere lungo una strada sterrata che si inoltra nel bosco e dove un tempo passava la vecchia ferrovia Rocchette- Asiago.
La rete ferroviaria che collegava il territorio dell’Alto vicentino con Asiago venne inaugurata nel 1910 per volontà di Alessandro Rossi, senatore del Regno d’Italia e industriale, che fece diventare la sua fabbrica, chiamata Lanerossi, una delle maggiori industrie italiane, ma vi racconterò questa storia in un altro articolo.
La ferrovia che si inerpicava dalla pianura alla montagna percorreva un tracciato di 21, 190 km, dei quali 5, 764 km erano superati con una cremagliera, una terza rotaia dotata di uno speciale ingranaggio tipo Strub, per superare i tratti in pendenza. Nel 1916, dopo la Strafexpedition, ovvero la battaglia degli Altipiani combattuta fra il 15 maggio ed il 27 giugno 1916 fra l’esercito italiano e quello austo- ungarico durante la prima guerra mondiale, il treno fermava a Ponte Campiello e viaggiava solo di notte. La ferrovia venne chiusa nel 1958.

Following the signs that read “Sentiero Alto” you leave the village to go down a dirt road that goes into the woods and where once passed the old railroad Rocchette- Asiago. The railway that linked the territory “Alto vicentino” with Asiago was inaugurated in 1910 by the will of Alessandro Rossi, Senator of the Kingdom of Italy and Industrial, which made it his factory, called Lanerossi, a leading Italian industries, but I tell you this story in another article.
The railway that climbed from the plains to the mountains walked a path of 21 190 km, of which 5, 764 km were overcome with a rack a third rail with a special gear type Strub, to overcome the slope.
In 1916, after Strafexpedition ( the battle fought between May 15 and June 27, 1916, between the italian army and the austo-hungarian one during World War I), the train stopped at Ponte Campiello and traveled only at night. The railway was closed in 1958.

SentieroAlto4SentieroAlto3VacaMoraRack_and_pinion_animationSentieroAlto5
Proseguendo nel bosco si troverà il sentiero “del Lamaretto”, una strada simile alle antiche vie romane perché in alcuni tratti presenta una pavimentazione a ciottolato. Alla fine di questa strada troverete la pozza del Lamareto: uno specchio d’acqua alimentato da una sorgente naturale. In passato quando d’inverno l’acqua ghiacciava la pozza diventava una pista di pattinaggio.

Continuing in the woods you will find the path “of the Lamaretto”, a way similar to the ancient Roman roads because in some places has a cobblestone pavement. At the end of this road you will find the pool of Lamareto a pond fed by a natural spring. In the past, during the winter, the water froze and the pool became an ice skating rink.

SentieroAlto6

Seguendo i cartelli si attraversano le contrade del comune di Cogollo del Cengio sino a giungere alla chiesa dell’Olmo. La chiesa, che in realtà è dedicata a San Senesio, prende questo nome perché costruita sul colle dell’Olmo e si dice che la sua costruzione risalga ad un periodo compreso fra il 1100 e il 1200. Testi storici della diocesi di Padova confermano la presenza di questa chiesa nel 1179 .

Following the signs you pass through the Contrade of the municipality of Cogollo del Cengio until you reach the “chiesa dell’Olmo”. The church, which in reality is dedicated to St. Senesio, gets its name because it was built on the hill Olmo and is said that its construction dates back to a period between 1100 and 1200. Historical texts of the diocese of Padua confirm the presence of this church in 1179.

SentieroAlto7SentieroAlto8SentieroAlto9SentieroAlto10

Oltrepassando la chiesa potrete ammirare un bellissimo panorama che guarda le montagne e dopo un tratto di strada nel bosco percorrerete il sentiero “dei Bissuj” dove troverete un capitello ed un antico lavatoio.
Il dipinto della Madonna con bambino presente nel capitello è opera di Pietro Zuccollo da Piangrande. Andando avanti si incontra un bivio con delle scalette: salendo si percorre il sentiero “Fratte” che riconduce alla chiesa dell’Olmo mentre se si prosegue si va verso la zona Casale e si conclude l’itinerario.
In totale il percorso è lungo 7 km e all’andata lo percorrerete in circa 2 ore.

Past the church you can admire a beautiful view overlooking the mountains and after a stretch of road in the woods you will be on the path “of Bissuj” where you will find a votive shrine and the old wash. The painting of the Madonna with the child in this little shrine is the work of Pietro Zuccollo da Piangrande. As you progress you come to a fork: if you going up the ladders you walk the path named “Fratte” which brings you back to the “chiesa dell’Olmo” whereas if you continue straight ahed you go to to the area named “Casale” and the itinerary ends after few chilometers.
In total the route is long 7 km and you could make it in about 2 hours.

SentieroAlto11SentieroAlto12SentieroAlto13SentieroAlto14SentieroAlto15SentieroAlto16SentieroAlto17SentieroAlto18SentieroAlto19

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.